Home > Giochi da Tavolo, Giochi di Carte > Essen 2012, giochi da tavolo presentati mercoledì 17 ottobre

Essen 2012, giochi da tavolo presentati mercoledì 17 ottobre

La componentistica di Zong Shi della Gryphon Games che ha colpito tutti per la sua bellezza


Ufficialmente la Fiera di Essen non è ancora iniziata ma da questa mattina i ragazzi di BoardGameGeek hanno cominciato con le loro video presentazioni che sono sempre un’ottima occasione, per chi non può andare in Germania, per scoprire i giochi da tavolo e i giochi di carte che da qui a qualche giorno o settimana arriveranno anche sugli scaffali degli italici rivenditori.Chi volesse seguire la diretta live di BoardGameGeek può farlo grazie ad Ustream, si solito cominciano la mattina alle 9-10 orario italiano. Tra i tanti giochi presentati quest’oggi ce ne sono alcuni che hanno attirato particolarmente la mia attenzione. L’ordine in cui ne parlo è assolutamente casuale e le mie impressioni sono ricavate dai video.

Friedemann Friese, pluripremiato autore di Power Grid, ha portato alcuni giochi ad Essen. Quello che ha attirato maggiormente la mia attenzione è Copycat, qui trovate la scheda su BoardGameGeek. Un gioco che, per ammissione dello stesso autore, ha preso le dinamiche di Dominion, Agricola e Through The Ages e le ha mixate sotto la coperta di un’ambientazione politica. L’insieme sembra interessante anche se il gioco è freddino come nello stile dell’autore dai capelli verdi. Merita una prova quantomeno per gli illustri genitori, dal video il mix sembra giusto.

Una menzione particolare merita Ruhrshifffahrt un gioco sul trasporto di carbone nella Ruhr, che poi è la zona di Essen, a cavallo tra la fine del trasporto fluviale e l’inizio del trasporto su rotaia. Il gioco è stato finanziato attraverso Kickstarter ed è un gioco per giocatori dalle meccaniche molto german. I materiali sembrano di buon livello, molto ben illustrato il board, e potrebbe essere una piacevole sorpresa della fiera tedesca. Per ora non ha nemmeno la scheda su BoardGameGeek.

Bello corposo il lineup della Stronghold Games. Se vi sono piaciuti Space Alert e Galaxy Trucker allora vi fionderete su Space Cadets. Si tratta di un cooperativo spaziale, ogni giocatore è un membro dell’equipaggio di una nave spaziale ed ha un ruolo ben preciso, dal comandante all’addetto all’energia passando per quello che manovra i cannoni. Ad ogni compito specifico corrisponde un mini game che va eseguito contemporaneamente a tutti gli altri ed in genere il tempo è di 30 secondi, c’è una clessidra apposita. I mini game sono di vario genere si va da un simil tetris, a meccaniche tipiche del domino, dei puzzle, del tiro in punta di dita etc. etc. Space Cadets è un gioco per tutti e punta chiaramente più sul divertimento che sulla simulazione. La componentistica è ottima come potete vedere dalla scheda su BoardGameGeek.

Sempre dalla Stronghold Games arriva Crude: The Oil Game che altro non è che la riedizione con tutte le correzioni del caso di McMulti. Il gioco è una simulazione economica del mercato del petrolio e del gas. I materiali sono tanti e di ottima fattura le meccaniche sono facili da padroneggiare ma il gioco è decisamente profondo e potrebbe regalare un paio d’ore di sano divertimento. E’ un gioco a cui dare uno sguardo a cominciare dalla scheda su BoardGameGeek.

Chiude il lineup della Stronghold Game un gioco completamente diverso. Article 27 è basato tutto sulla negoziazione e non potrebbe essere altrimenti visto che si propone di simulare l’azione del consiglio di sicurezza dell’Onu. Bluff, accordi sotto banco, parlantina e mozioni da votare o da bocciare sono l’architrave su cui è costruito questo gioco che grazie ad una clessidra, evidentemente vanno di moda quest’anno, è anche molto breve. Ogni mozione non può andare avanti per più di cinque minuti durante i quali accade di tutto. Mi ha piacevolmente sorpreso e vi invito a dare uno sguardo alla scheda su BoardGameGeek.

La CGE ha presentato alcuni titoli molto attesi ad Essen. Il primo è stato Goblins Inc. che ci mette nei panni di un gruppo di ingegneri goblin che hanno il compito di assemblare dei robot sgangherati e farli combattere tra di loro. Il fine ultimo è quello di diventare il boss della fabbrica e sostituire il vecchio padrone che sta per ritirarsi. Ad ogni turno viene formata una squadra di due goblin. Si costruisce il robot, con una meccanica che ricorda molto Galaxy Trucker, e poi nel secondo turno i robot combattono l’uno contro l’altro. In realtà i goblin fanno un finto gioco di squadra perchè ognuno ha un obiettivo diverso da raggiungere e potrebbe anche non prevedere la vittoria nei combattimenti. E’ un gioco che ha destato molto interesse anche su BoardGameGeek.

Simone Luciani e Daniele Tascini sono gli autori di Tzolk’in The Mayan Calendar. La CGE lo ha portato ad Essen ma dovrebbe esserci anche a Lucca presso lo stand della Cranio Creations. Il gioco ha confermato tutto il buono che se ne è detto in fase di preview. Il sistema delle rondelle ad ingranaggio è sicuramente bello a vedersi e sembra anche funzionale. Il cuore del gioco è un worker placement e sembra assolutamente un gioco per gamers. La componentistica, rotelle a parte, è notevole. Scriverò sicuramente una recensione dopo averlo provato a Lucca. Dateci uno sguardo su BoardGameGeek e mettetelo nella whislist.

La White Goblin ha presentato una serie di giochi rapidi e veloci, tra questi mi ha colpito più degli altri Saqqara. Il gioco mischia bene le meccaniche d’asta con quelle di card drafting e worker placement. Mi è sembrato un ottimo entry level facile da spiegare e divertente da giocare. Il nostro compito è quello di gestire al meglio l’economia della regione per cercare di girarla a nostro vantaggio. Un via vai continuo di mercanti, ingegneri e mille altre cose. Sembra interessante, ditemi cosa ne pensate dopo aver visto la scheda su BoardGameGeek.

Un altro gioco che è stato intelligentemente pescato da un editore italiano, la Uplay edizione, è Snowdonia. E’ il classico german game, non presenta meccaniche innovative ma il mix generale è di ottima fattura e sicuramente incontrerà il favore di molti giocatori perchè è certamente un bel gioco. Anche in questo caso spero di provarlo a Lucca per dare un’opinione più approfondita. Nell’attesa c’è la scheda di BoardGameGeek.

La foto che potete ammirare in cima al post è relativa a Zong Shi il gioco ambientato nell’antica Cina ed edito dalla Gryphon Games. Purtroppo il responsabile della casa editrice non è stato in grado di spiegarne a fondo le meccaniche, ma si può dire che si tratta di un worker placement. La grafica è stupenda e la componentistica è perfettamente calata nell’ambientazione visto che assumeremo il ruolo di prestigiosi artigiani. Su BoardGameGeek si possono trovare anche alcuni video molto interessanti che approfondiscono le regole del gioco.

Tra chi ha seguito il live da Essen il gioco che ha suscitato più entusiasmo è stato Suburbia, di cui potete leggere la preview qui su Giochi & Giocatori. La creatura di Ted Alspach verrà portata in Italia dalla Uplay Edizioni e si potrà provare a Lucca. Sembra un successo annunciato comunque.

Il gioco che più mi ha colpito in questa prima giornata di Essen è Robinson Crusoe: Adventure on the Cursed Island della Portal. E’ un cooperativo che prende solo spunto dal personaggio letterario. Dalla spiegazione fatta dallo stesso autore si intuisce che si tratta di un cooperativo molto particolare. Le nostre azioni cambieranno il corso del gioco e non viceversa come di solito avviene nei cooperativi. Purtroppo per i non anglofoni c’è da dire che si trata di un gioco da tavolo pesantemente legato alla lingua, visto che ci sono molte carte ed anche le schede dei personaggi e degli scenari, ce ne sono ben sei, sono ricche di testo. Se vi piacciono i giochi di esplorazione, di avventura, di mistero, allora Robinson Crusoe: Adventure on the Cursed Island fa per voi. Nella mia whislist ci è finito ancor prima di guardare la scheda su BoardGameGeek.

Prima di chiudere vi segnalo che Wilderness è passato da autoprodotto a edito da una casa editrice e quindi sarà più reperibile rispetto all’anno scorso. E’ un gioco che in tema di sopravvivenza può regalare un bel po’ di divertimento. Vi lascio con il video di Zong Shi. Buona Visione e Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook e su Twitter





Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...