Home > Giochi da Tavolo, Giochi di Carte > Ludica 2012, il report di una giornata a tutto gioco

Ludica 2012, il report di una giornata a tutto gioco


Ludica è una sorta di evento itinerante che si svolge alternativamente tra Milano e Roma. Dal 23 al 25 novembre tocca ai padiglioni della Fiera di Roma ospitare tutto quello che fa gioco, dai videogames ai giochi da tavolo e di carte. Una parte importante di Ludica è dedicata anche al modellismo ed ai bambini che sono al centro di uno dei tre padiglioni messi a disposizione dall’organizzazione. Io ho passato l’intera giornata di sabato all’interno del padiglione 11 che era quello in cui trovavano posto i giochi di carte ed i giochi da tavolo. Chiaramente non stiamo parlando di una fiera come Essen o come Lucca Games, sia come presenze di editori/rivenditori sia come presenze di pubblico. Ludica, però, ha l’innegabile vantaggio per i giocatori di offrire la possibilità di provare molti giochi in tranquillità, una cosa impossibile, per ovvi motivi, ad Essen o a Lucca.

Come editori erano presenti La Red Glove, la Ghenos Games che divideva lo stand con la Giochix ed il Folletto del Mare in rappresentanza di Giochi Riuniti. Dal punto di vista dei rivenditori quello più noto era sicuramente Ready 2 Play che in collaborazione con la Tana dei Goblin ha portato a Ludica alcune delle ultime novità di Essen 2012. Il vero cuore della sezione giochi da tavolo e giochi di carte sono i tavoli della Tana dei Goblin.

Il primo gioco provato è stato Goblins Inc. Si tratta di una variante delle meccaniche di Galaxy Trucker al quale aggiunge delle particolarità e ne toglie delle altre. Goblins Inc. è una sorta di cooperativo dove alla fine vince uno soltanto. Si gioca su due turni e ad ogni turno si compongono squadre di due persone, si può giocare anche in 2 o 3 ma il gioco dà il meglio in 4, che dovranno allestire un robot con la meccanica resa popolare da Galaxy Trucker. Una volta costruito il robot bisognerà impostare i comandi e poi menare le mani. Le cose da fare sono molte e rispetto al suo simile c’è meno frenesia, più strategia e la variante della collaborazione tra due giocatori almeno momentaneamente.
A mio avviso se si cerca un gioco light con una meccanica particolare è meglio puntare su Galaxy Trucker, più frenetico, veloce e caciarone. Goblins Inc. ha pretese di tattica e strategia che poco si amalgamano con un gioco dove la sorte ha un ruolo fondamentale. Dedicato a chi ha apprezzato Galaxy Trucker e vuole qualcosa di diverso con la stessa meccanica. Per gli altri meglio andare su altri giochi.

Hanabi è un gioco di carte che ha creato un bel po’ di rumors, molti dei quali merito dell’autore che è quel Bauza che da 7 Wonders in avanti tramuta in ora tutto quello che tocca. Lo scopo del gioco è quello di costruire la miscela di 5 o 6 tipi di fuochi d’artificio. Ogni carta è definita da un colore e da un numero, per costruire correttamente una miscela bisogna impilare le carte dello stesso colore in ordine da 1 a 5. Hanabi è un gioco cooperativo e la meccanica base è quella del poker indiano. Noi potremo vedere le carte di tutti tranne le nostre. Ad ogni turno potremo dare un suggerimento, su colore o valore, ad uno dei nostri compagni, scartare una carta o tentare di “attaccare” una delle nostre carte alle combinazioni già esistenti. Il numero dei suggerimenti è finito e se ne possono aggiungere di nuovi solo scartando carte. Ad ogni partita avremo tre errori a disposizione. Fatto il terzo errore si perde la partita, se si esaurisce il mazzo prima che vengano completati i fuochi d’artificio si perde la partita ma si realizza comunque un punteggio che ci dice quanto siamo stati bravi. Hanabi è un gioco astratto, molto simpatico, un filler in tutto e per tutto. Adatto per le festività natalizie e per i gruppi dove non ci sono hard gamer.

Subito di fianco al tavolo di Hanabi c’era Oddville di Carlo Lavezzi. Il primo impatto non è confortante perchè i materiali sono veramente di bassa qualità. Il gioco, invece, è assolutamente piacevole. Non ci sono meccaniche innovative ma quelle usate si amalgamano molto bene. E’ un worker placement molto veloce con tante varianti e tante possibili scelte ad ogni turno. L’interazione con gli altri giocatori è indiretta ma comunque buona per un gioco del genere. La partita scorre via veloce e dura 45 minuti circa anche dopo la prima spiegazione delle regole. Il costo è di 18 euro e quindi adeguato ai materiali, cosa che non tutti fanno. Consigliato.

Tutt’altro aspetto, dal punto di vista dei materiali, è quello che dà il colpo d’occhio di City Of Horror. Un gioco americano ma non troppo nel senso che di affidato alla fortuna c’è un po’ di roba ma il gameplay in sè conseva comunque molti aspetti strategici. La partita è veloce, un’oretta, e molto divertente. Il gioco è pieno di infamate che si possono fare tra giocatori. Un po’ come accade nel fumetto/serie The Walking Dead gli zombie sono solo un pretesto per far uscir fuori la malvagità degli esseri umani. Lo scopo è quello di resistere quattro ore in una città infestata dagli zombie e presentarsi muniti di antidoto all’arrivo dell’elicottero che rappresenta la salvezza. La componentistica è di primo livello, l’ambientazione è resa molto bene, i personaggi sono ben caratterizzati e le azioni possibili sono veramente tante. Una bella sorpresa.

Una sfida di tipo totalmente diverso è quella rappresentata da K2. Non pensavo che una scalata potessere essere molto interessante ed invece il gioco è fatto bene, molto strategico e con poche regole da mandare a mente. Adatto sia ai giocatori che a chi si avvicina per la prima volta ai giochi da tavolo. Ogni giocatore ha una coppia di scalatori che si muovono con l’uso di 18 carte ed hanno diciotto giorni per arrivare più in alto possibile e sopravvivere. La sopravvivenza non è una cosa scontata, il 75% degli scalatori nella nostra partita è morto, bisogna tener conto dell’ambientamento all’altezza e delle condizioni atmosferiche. Salire in alto comporta dei rischi, restare in basso non fa vincere la partita. Gioco rapido ed intrigante. Tenetelo in considerazione per i regali di Natale.

In chiusura di giornata ho provato l’Isola Proibita del quale troverete una recensione approfondita nei prossimi giorni.

E’ stata una bella esperienza quella di Ludica, l’evento offre motivi d’interesse per chiunque sia interessato al gioco, al modellismo, alla simulazione ed anche ai bambini che hanno un padiglione tutto per loro. Una photogallery su Ludica, un centinaio di foto, la trovate sulla pagina di Facebook di Giochi & Giocatori. Buona Visione e Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook e su Twitter

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...