Home > Giochi da Tavolo, Giochi di Carte, Recensioni > Le Havre – Ancora in porto, recensione ed unboxing

Le Havre – Ancora in porto, recensione ed unboxing

Setup di una partita ad Ancora in Porto


Le Havre- Ancora in porto è un gioco da tavolo per due persone ed è stato creato da Uwe Rosenberg l’autore di Agricola e Le Havre tra gli altri. Ancora in porto, da qui in poi lo chiamerò così, è esattamente la versione per due giocatori di Le Havre. Molti si chiederanno come mai si è sentito il bisogno di di una versione per due giocatori di un gioco, Le Havre, che prevede già il gioco a due. Cercherò di rispondere, considerazioni economiche e di marketing a parte, con la recensione. Premetto che non sono un grande amante dei giochi specifici per due persone, con l’eccezione di Twilight Struggle e 1960 The Making of The President e quindi mi sono avvicinato ad Ancora in porto con grandi perplessità dovute anche al fatto che Le Havre è uno dei miei giochi preferiti.

Quest’ultimo dubbio è subito fugato dal fatto che Ancora in porto è un gioco diverso da Le Havre e non una riduzione in termini del suo “genitore”, come è accaduto per Antike Duellum del quale parlerò tra qualche giorno, e quindi va giudicato a prescindere. Con Le Havre mantiene solo il legame degli edifici che vanno costruiti e sfruttati per ottenre delle risorse. Il fulcro del gioco è la rondella che ognuno dei due giocatori ha davanti a se. Questa rondella, che si muove di un passo a turno, definisce gli edifici che possiamo usare in quel turno, con che potenziale li possiamo usare ed infine definisce gli edifici che vanno obbligatoriamente venduti in quel turno.

Ogni giocatore possiede anche un magazzino nel quale stivare le merci prodotte dagli edifici. Ci sono quattro tipi di merci/risorse, grano, pesce, legno ed argilla. Le prime due in genere possono essere usate, in combinazione con degli edifici, per ottenere del denaro, mentre il legno e l’argilla servono per costruire altri edifici. Infatti gli edifici, ad ogni turno ne saranno disponibili di nuovi, sono caratterizzati dal valore in punti vittoria, materie prime da utilizzare per costruirli o per allestirli, ed azione da associare ai movimenti della rondella.

Come funziona la rondella. Al vertice si muoverà indicando il tipo di edifici da mettere in gioco ed il numero di azioni disponibili, da dividere tra i due giocatori, per quel turno ed il primo giocatore. In basso verso il centro della rondella, invece, verrà indicato il moltiplicatore di azioni da applicare all’edificio presente in quel settore della rondella, in pratica ci dice quante volte potremo applicare l’effetto principale dell’edificio. Gli edifici che vengono usati verranno spostati nel settore immediatamente successivo a quello indicato dalla rondella in cui il moltiplicatore è 0 in modo da non poter ripetere la stessa azione più volte di seguito.

Le azioni possibili ad ogni turno sono tre: Costruire un edificio, utilizzare un edificio o vendere un edificio. Al termine vince chi ha più punti vittoria che si calcolano sommando il valore degli edifici a quello del denaro. Molto semplice. E’ possibile, come in Le Havre, sfruttare anche gli edifici del nostro avversario pagando l’utilizzo in monete d’oro.

Ancora in porto ha una componentistica molto spartana, quattro mini board con le due rondelle ed i due magazzini, i soldi, le tessere edificio ed i segnalini risorsa. E’ tutto in cartoncino di buona qualità, non ci sono carte ne legno o plastica. E’ un gioco veloce che si chiude in un numero fissato di turni, quando entrano in gioco gli ultimi edifici, e con una buona interazione anche se non esagerata. La longevità, ho giocato 5-6 partite, mi sembra buona perchè gli edifici sono tanti ed i modi ed i tempi per lo sfruttamento sono diversi ad ogni partita. Il gioco è indipendente dalla lingua, la uPlay ne ha prodotto la versione con il manuale in italiano che è in vendita a 19.95 euro sul loro sito ufficiale. E’ un gioco che mi è piaciuto, e la mezzora specificata sulla scatola è esattamente il tempo necessario per la partita. Se giocate spesso in due o se volete qualcosa per giocare in due quando non ci sono molte ore a disposizione allora non fatevelo scappare. Sulla pagina di Facebook di Giochi & Giocatori trovate una photogallery su Le Havre – Ancora in porto. C’è da vedere, per chi se lo fosse perso, anche il report su Ludica. Buona Visione e Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook e su Twitter

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...