Home > Giochi di Carte, Recensioni > Wild Fun West, recensione ed unboxing

Wild Fun West, recensione ed unboxing

Lo scatolo di Wild Fun West

Lo scatolo di Wild Fun West


Nel periodo natalizio i giochi di carte hanno sempre un discreto successo. Wild Fun West è stata una piacevole sorpresa. L’ho acquistato allo stand della NSKN durante l’ultima Lucca Games dopo averlo provato velocemente come gioco defatigante post Exodus. Ho pensato di riproporlo durante questi giorni di festa che si concludono oggi ed è stato un successo. Wild Fun West è un gioco che si basa essenzialmente sulle aste ed è giocabile da 4 ad 8 giocatori. Il regolamento è molto semplice e si spiega in cinque minuti. Una partita a meno di intoppi clamorosi va via in poco più di mezzora. L’obiettivo del gioco è quello di costruire una città di frontiera. Ogni giocatore, però, ha il suo obiettivo nascosto che altro non è che una lista di edifici dei quali almeno quattro devono essere inseriti nella città finale.

La meccanica alla base di Wild Fun West è quella delle aste, ad offerta pubblica o ad offerta chiusa a seconda dei casi, che regolano praticamente tutto il gioco. Se odiate le aste, quindi, farete meglio ad evitare questo gioco e ad indirizzarvi verso qualcosa di diverso come Avalon oppure Courtier. Ogni turno si divide in tre fasi. La prima fase prevede l’assegnazione delle professioni. Ad ogni turno vengono estratte dal mazzo professioni un certo numero di carte, dipendenti dal numero di giocatori, e vanno all’asta una alla volta. Le professioni sono quelle tipiche del vecchio west e garantiscono un introito a fine turno ed in più possono dare dei bonus sulla costruzione degli edifici oppure eliminare dal gioco altre professioni. Una volta vinta l’asta per la carta professione è poi necessario pagare un ulteriore dollaro per metterla in gioco. Non si possono tenere in gioco più di due professioni per giocatore.

Una volta terminata l’asta per le professioni si passa a quella per gli edifici da costruire. Si estraggono tre carte edificio ed a turno ogni giocatore mette dei soldi su una delle tre carte. Alla fine dell’asta l’edificio con più soldi viene costruito e va a far parte della città. La terza fase è quella della riscossione dei soldi. Ogni giocatore fa la somma dei suoi introiti derivanti dalle carte professioni e dalla carta personaggio e prende il corrispettivo in dollari. Terminata questa fase si passa la carta primo giocatore al giocatore successivo in senso orario e si ricomincia. Il gioco termina quando uno dei giocatori ha completato il suo obiettivo nascosto.

Ecco come appare una città dopo una partita a Wild Fun West

Ecco come appare una città dopo una partita a Wild Fun West

L’espansione eventi aggiunge un po’ di casualità con degli eventi esterni che vanno ad influire sugli introiti delle varie professioni e/o degli edifici. Wild Fun West può contare su una componentistica nella media, le carte vanno comunque imbustate, ed una grafica di stile cartoon. Niente di eccelso ma rende comunque bene lo stile del gioco. Wild Fun West è un gioco divertente, soprattutto da sei in su, ed è un buon filler quando al tavolo ci sono 4-5 persone. Wild Fun West si può acquistare dai vari shop online oppure dal sito della NSKN dove è in vendita a 21.39 euro. Sulla pagina di Giochi & Giocatori trovate un po’ di foto su Wild Fun West. Buona Visione e Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook e su Twitter

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...