Home > Varie > Giochi da tavolo in mostra: “Alpinisti e turisti per gioco, orizzonte d’avventura”

Giochi da tavolo in mostra: “Alpinisti e turisti per gioco, orizzonte d’avventura”

Uno dei 550 giochi da tavolo della mostra "Alpinisti e turisti per gioco"

Uno dei 550 giochi da tavolo della mostra “Alpinisti e turisti per gioco”


Nel mondo dei giochi da tavolo si sente spesso dire “Conosco tutti i giochi che sono stati pubblicati” oppure “Ormai non c’è più niente che mi sorprende veramente”. Io confesso la mia ignoranza. Non sapevo che dal 5 aprile al 30 giugno, al Palazzo di Roccabruna a Trento, è in corso la mostra “Alpinisti e turisti per gioco, orizzonte d’avventura“. E’ una mostra dedicata ai giochi da tavolo a tema montano e avventuroso. I giochi da tavolo hanno una tradizione molto lunga che si perde nei meandri della storia. La mostra di Palazzo di Roccabruna può contare su 550 esemplari che vanno dai giochi di carte, ai puzzle fino ai veri e propri giochi da tavolo. Scalate del Monte Bianco, avventure sulle cime dell’Himalaya o viaggi nella desolazione del Polo Sud sono all’ordine del giorno. Si tratta in alcuni casi di pezzi unici o comunque molto rari.

L’Espresso ha pubblicato una bella photogallery che vi consiglio di guardare. Basta lanciare un’occhiata per rivedere subito le meccaniche ed il board di successi contemporanei come K2 o The Cave. La mostra non è l’unica iniziativa. E’ stato pubblicato anche un volume, “Giochi delle Montagne. Orizzonte d’avventure“, di ben 384 pagine che raccoglie tutti i 550 pezzi della collezione appartenente al Museo della Montagna. C’è un’accurata ricerca storica che ricostruisce anche la consuetudine d’uso di questi giochi da tavolo oltre che contestualizzarli nella cultura e nella società dell’epoca.

La mostra ed il volume sono stati curati da Aldo Audisio, Antonella Lombardo e Ulrich Schädler che hanno fatto un lavoro incredibile. Gli contesto una sola affermazione, quella finale. Si parla di giochi da tavolo seppelliti dalle playstation e dai videogame in generale. In realtà l’industria dei giochi da tavolo, a livello mondiale, non è mai stata così viva. I giochi da tavolo stimolano la socialità, sono un divertimento economico, teoricamente un gioco da 40 euro garantisce centinaia di ore di divertimento, e con gli smartphone di nuova generazione stanno vivendo anche una seconda giovinezza tutta digitale. A prescindere da questa considerazione se vi trovate nei pressi di Trento oppure avete in programma una passeggiata da quelle parti mettete nella lista dei posti da visitare anche la mostra “Alpinisti e turisti per gioco, orizzonte d’avventura”. Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook e su Twitter

Annunci
Categorie:Varie
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...