Home > Giochi da Tavolo, Recensioni > Asgard, recensione ed unboxing del nuovo gioco di Pierluca Zizzi

Asgard, recensione ed unboxing del nuovo gioco di Pierluca Zizzi

Il Valhalla è il paradiso dei guerrieri nordici. Asgard è anche questo

Il Valhalla è il paradiso dei guerrieri nordici. Asgard è anche questo


Asgard è un gioco da tavolo per 2-4 giocatori ed una partita può durare fino a due ore. Il gioco è edito dalla What’s Your Game? che secondo alcune voci di corridoio avrebbe stretto un accordo con uPlay. Asgard è un gioco italianissimo perchè è stato ideato da Pierluca Zizzi un nome noto agli appassionati italiani e non solo. E’ doveroso fare una premessa. Mi sono avvicinato a questo gioco con molti dubbi perchè Pierluca Zizzi è l’autore di quello che considero uno dei peggiori giochi da tavolo a cui ho mai giocato. Si tratta di Lamborghini: The Official Race Game. Siccome sono sempre stato affascinato dalla mitologia norrena e dalle sue divinità ho deciso di correre il rischio ed ho acquistato Asgard a scatola chiusa. Nel gioco il nostro obiettivo è arrivare preparati al Ragnarok che è la fine del mondo per quello che riguarda la mitologia nordica. Alla fine del mondo si preparano sia le divinità che le popolazioni dei sette mondi che orbitano intorno a Yggdrasil, l’albero del mondo.

Il nostro obiettivo è riuscire a schierarci dalla parte degli dei, i vari Thor, Loki ed Hela, che risulteranno vincenti al termine del Ragnarok. Le divinità si dividono in due fazioni, luce ed oscurità, ma nulla ci vieta di sostenere dei che albergano da una parte o dall’altra. Ad ogni turno potremo pregare, costruire templi, visitare la città di Asgard ed impegnarci in combattimento in uno dei sette mondi che si trovano sulle foglie di Yggdrasil. La preghiera ci fornirà dei poteri e delle risorse. La costruzione dei templi ci farà entrare nelle grazie di questo o quel dio, le visite ad Asgard ci permetteranno di ottenere guerrieri, nuove azioni, poteri e altro. Passando da Asgard, ad esempio, si possono scegliere i mondi in cui impegnarsi in battaglia.

Una parte dell'ottimo board di Asgard

Una parte dell’ottimo board di Asgard

Il sistema base di Asgard è la selezione delle azioni. Ad ogni turno i giocatori avranno a disposizione un certo numero di azioni che può variare. Per ogni azione dovranno selezionare, dal mazzo di carte personale, una delle dieci divinità in gioco. In ordine di gioco ogni giocatore potrà giocare una di queste carte e decidere se pregare, costruire un tempio o andare ad Asgard. Non è una scelta banale ma potrebbe essere una scelta obbligata visto che ogni dio ha solo due spazi preghiera e solo il primo di questi fornisce anche un potere aggiuntivo. La strategia e l’ordine di gioco assumono un’importanza fondamentale in tal senso. Per quanto riguarda la costruzione dei templi prima di sceglierla bisognerà avere le risorse adatte a costruire una delle quattro tipologie di templi presenti ed avere un buon numero di guerrieri o di giganti da offrire, insieme col tempio, alla divinità che vogliamo onorare. La visita ad Asgard, invece, si può effettuare con qualsiasi carta dio giocata e ci permette di aumentare il nostro numero di azioni oppure di aumentare il nostro esercito.

Una volta superata questa fase del turno si passa alla battaglia sui vari mondi. Ci sono nove mondi su Yggdrasil. I due sotterranei danno solo punti vittoria, gli altri sono in perenne conflitto tra la luce e l’oscurità. Alla fine di ognuno dei cinque turni di gioco ci sarà una fase di battaglia. Al dato base, noto fin dal set up, si aggiungono di turno in turno i modificatori dovuti alle armi lucenti o oscure ed i modificatori aggiunti dai giocatori che possono chiamare in campo gli dei ed i loro soldati. Se un giocatore ha scelto la fazione vincente realizza dei punti, se ha scelto quella perdente rimane sospeso su Yggdrasil.

Due delle carte divinità di Asgard

Due delle carte divinità di Asgard

Al termine dei cinque round di gioco scatta il Ragnarok che è la battaglia finale tra gli dei e le popolazioni. In questo turno finale entrano in gioco tutti gli oggetti magici che i giocatori hanno raccolto durante la partita, le truppe degli dei e dei giocatori e chi più ne ha più ne metta. Asgard, e lo si sarà capito, è un gioco per giocatori. E’ complesso e profondo ma non difficile. Deve essere spiegato bene e necessità comunque di un paio di partite per farsi apprezzare. Non propone meccaniche innovative ma lascia un’esperienza di gioco assolutamente piacevole. La componentistica è ottima e la grafica è di assoluto livello. C’è interazione tra i giocatori perchè i poteri degli dei e le varie opzioni che il gioco fornisce rendono inevitabile contrastare i nostri avversari anche fuori dal campo di battaglia. L’ambientazione si sente abbastanza anche se si poteva fare qualcosa di più.

Se cercate giochi con lo stesso livello di complessità potete dare un occhio a CO2 e Arkham Horror che pure hanno meccaniche ed ambientazione completamente differenti. Asgard lo si può acquistare su uPlay al costo di 39.95 euro. Tornando alla premessa posso dire che se i giochi di Pierluca Zizzi, in futuro, saranno come Asgard allora l’autore italiano sicuramente ci regalerà molte ore di divertimento. Sulla pagina di Facebook di Giochi & Giocatori trovate una photogallery dedicata ad Asgard. Buona Visione e Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook e su Twitter

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...