Home > Anteprime, Giochi da Tavolo, Giochi di Carte > Essen 2013, i Giochi della Terza giornata: Conferme per Amerigo e Madeira, sorpresa Intrigue City

Essen 2013, i Giochi della Terza giornata: Conferme per Amerigo e Madeira, sorpresa Intrigue City

Intrigue City è sicuramente la sorpresa della giornata

Intrigue City è sicuramente la sorpresa della giornata


Essen 2013 è entrata nel vivo. Il terzo giorno è stato una sorta di spartiacque e la qualità media dei titoli presentati davanti alle telecamere di BoardGameGeek Tv si è innalzata notevolmente. Si è andati avanti per tutto il giorno tra piacevoli conferme e qualche inaspettata rivelazione. Per chi vuole può recuperare le presentazioni della prima giornata e della seconda giornata senza troppe difficoltà. Oggi si è avuta la conferma che la meccanica dominante è sicuramente quella del worker placement, si sono viste, però, alcune interessanti innovazioni. Partiamo dai grossi calibri.

Amerigo è un classico titolo di Stefan Feld che si conferma bravissimo a mischiare in maniera interessante cose già viste. Feld ripesca la torre lancia dadi di Shogun e la miscela con un pizzico di Puerto Rico e di Carcassonne. Il tutto confluisce in una miscela di sicuro successo che coinvolgerà migliaia di giocatori in tutto il mondo. Feld può piacere oppure no, ma il livello medio delle sue ultime produzioni è sicuramente alto.

Stesso discorso per l’italianissimo Venetia. Nepitello e Maggi sono due autori conosciuti ed anche questo loro gioco da tavolo rispetta in pieno il pronostico. La cura storica è notevole ed anche le meccaniche di gioco sono coinvolgenti. Il gioco è una sorta di cooperativo competitivo con tutti i giocatori che lavorano per la grandezza di Venezia ed allo stesso tempo cercano di primeggiare gli uni sugli altri. Componentistica e grafica sono di primo livello. Si tratta di un gioco per giocatori ed a Lucca sarà tra i protagonisti.

Nella categoria dei successi attesi rientra anche Madeira. Il gioco che, dal punto di vista grafico, ricorda Vinhos è bello tosto e con tante opzioni a disposizione dei giocatori. E’ un worker placement dove i lavoratori sono i dadi. Ci sono tre zone del board dove si possono utilizare i dadi/lavoratori, ma il loro utilizzo sarà influenzato dal tiro di dado, dall’utilizzo di tessere e poteri di vario genere e dai dadi pirata che sono dei jolly di cui è meglio non abusare. Troppi pirati è grande male. Anche in questo caso si tratta di un gioco per giocatori.

Molto interessanti anche i due giochi che godranno dell’edizione italiana di Uplay. Caverna è un clone evoluto di Agricola. Molti hanno contestato questa scelta di Rosenberg, dalle prove che ho avuto l’opportunità di vedere, invece, mi è sembrato che il gioco si sia evoluto in meglio e che comunque risulti divertente e complesso al tempo stesso. Da provare sicuramente, peccato per il prezzo che è piuttosto alto anche se la componentistica è notevole e numerosa. Basti pensare che lo scatolo è notevolmente più grosso di quello di Agricola.

Ho visto per la prima volta Bremerhaven durante l’ultima fiera di Norimberga e, insieme a Concordia di Mac Gerdts, mi ha colpito subito. La Uplay ha fatto, a mio avviso, un bel colpo acquisendo i diritti per l’edizione italiana. Si tratta di un gioco a forte base economica che ha tutte le carte in regola per diventare uno dei più giocati tra gli amanti del genere. Non vedo l’ora di provarlo a Lucca. La miscela di aste, piazzamento lavoratori e accumulo e spedizione risorse è vincente e pienamente calata nell’ambientazione portuale.

Veniamo al capitolo sorprese. Parto con un filler, Founders of Empire, che si basa sul tile placement. Ogni giocatore deve ampliare il proprio impero ed ogni volta che aggiunge una tessera attiva nuove risorse e nuovi poteri. E’ possibile anche acquistare merci dagli altri imperi oppure razziare le città degli avversari. Semplice nel regolamento, con una grafica carcassoniana e poche regole che offrono comunque una bella profondità strategica. Mi ha colpito molto, spero di vederlo prima o poi anche negli store italiani. Si tratta di un gioco russo che è stato tradotto solo in inglese, ed è di una piccola casa editrice.

La più bella sorpresa della giornata è stato sicuramente Intrigue City. E’ un board game che mischia diverse meccaniche e lo fa in maniera molto elegante. Bisogna gestire l’influenza delle varie gilde cittadine e girarla in modo che tutto collimi per realizzare i nostri progetti e danneggiare quelli degli avversari. Inutile dire che l’interazione è spinta a mille all’insegna del si salvi chi può. Molto interessante l’utilizzo della meccanica del worker placement. Ad ogni turno i giocatori hanno due azioni da fare. Le possono scegliere tra tutte quelle presenti, che cambiano ad ogni partita, ed una la svolgeranno sul proprio board e l’altra sul board di uno degli avversari. Una difesa ed un attacco praticamente. Questo gioco è un’opera prima e forse avrà qualche difetto, ma mi ha convinto e se mi capita lo acquisterò sicuramente. Per la tensione e l’interazione, non per le meccaniche, mi ha ricordato Dominare che a me è piaciuto molto

Chiudo con uno di quei giochi che rientrano a pieno nella categoria “gioconi” almeno per quello che riguarda la durata, il tema e le meccaniche. Si tratta di Sigismundus Augustus: Dei gratia rex Poloniae un gioco che ripropone gli intrighi politici e militari della corte del Re di Polonia negli anni immediatamente precedenti il 1600. Il gioco ha un board piuttosto freddo ma riesce a sviluppare una serie di situazioni e di fasi di gioco molto molto intriganti. Si tratta chiaramente di un gioco per appassionati, lo stesso autore ha dichiarato che se tutti conoscono il gioco la partita dura 2-3 ore, ma quando si è ai primi approcci col regolamento si può arrivare anche a 5 ore. Potrebbe comunque valerne la pena. Per oggi è tutto a domani per il repor del sabato. Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook e su Twitter

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...