Home > Giochi da Tavolo, Giochi di Carte, Varie > Giochi e Giocatori, le Interviste: Carmine aka Titillo80

Giochi e Giocatori, le Interviste: Carmine aka Titillo80

La collezione di Carmine aka Titillo80 fa bella mostra di sè

La collezione di Carmine aka Tutillo80 fa bella mostra di sè


Dopo una pausa dovuta agli impegni della Fiera di Essen e di Lucca Comics and Games riprendo con le mie interviste ai giocatori in giro per la penisola. Questa volta tocca a Carmine aka Titillo80 che è uno dei lettori storici di Giochi e Giocatori. Carmine ha una storia di giocatore atipico, leggetela attentamente. Il pregio di Carmine è stato quello di riuscire a coinvolgere letteralmente tutta la famiglia, è una cosa rara. In genere si inizia con gli amici, lui ha fatto il percorso inverso. Una bella storia, lascio lui a raccontarvela.

Qual è stato il tuo primo gioco da tavolo?
Quando ho cominciato a interessarmi ai giochi di società e nello specifico ai giochi da tavolo, per procurarmeli frequentavo prevalentemente negozi di giocattoli e qualche centro commerciale qui in zona. Parliamo del 2000/2001 e, almeno per quanto riguarda la mia zona, il mercato era monopolizzato dai giochi della EG e MB. Scartato il Monopoli che non mi ha mai attirato e Risiko, che ho scoperto solo dopo, la mia attenzione fu attratta da “I Misteri della Vecchia Pechino” un giochillo di deduzione che piacque a tutta la mia famiglia. Da lì è iniziata la mia passione.
Seguì l’acquisto di Risiko Prestige che per diversi anni ha riempito le serate con parenti e amici e successivamente, grazie al web, ho scoperto che dietro ai grandi classici c’era un nuovo mondo da esplorare. Dal 2009 è iniziato il mio viaggio 2.0

Quali sono i tuoi giochi preferiti a perché?
Francamente non ho una preferenza. Diciamo che come meccanica mi attirano i worker placement ma non disdegno neanche altre tipologie di gioco. Amo questo mondo e sono aperto a tutti i tipi di giochi, purché mi coinvolgano in qualche modo. Mi sentirei di escludere dalle mie preferenze i giochi di miniature e i wargame, per quanto i wargame moderni possano essere titoli meritori.

Qual è l’evento/fiera a cui ti piace di più partecipare?
Finora non ho avuto la possibilità e il piacere di partecipare a grandi eventi. Se tutto va bene dovrei essere alla Play di Modena del prossimo anno.

C’è una partita che ricordi più delle altre per il divertimento che ti ha dato?
Diverse. Quelle più simpatiche e che mi fanno sorridere quando ci ripenso sono state le prime partite ad Agricola con la mia famiglia. Mia madre era letteralmente impazzita per questo gioco e voleva a tutti i costi vincerne una. Finivo sempre davanti per pochi punti, a volte uno solo e non ti dico le sue espressioni. Poi però ci è riuscita a batterci tutti!

Giochi solo ai giochi da tavolo e di carte oppure hai altre passioni ludiche?
Sono un grande appassionato di videogame anche se da qualche anno a questa parte il tempo che posso dedicare ai mie hobby si è drasticamente ridotto. Mi rilasso ogni tanto con la Playstation con giochi di calcio online e qualche avventura in solitario.

C’è un gioco che ti piacerebbe avere e che non sei riuscito a trovare?
Si, vorrei provare Le Havre di cui ho letto un gran bene. Purtroppo è fuori produzione da tempo ma pare sia in ristampa. Spero sia una notizia fondata e di riuscire a prenderlo a prezzi “umani”.

Che tipo di giocatore sei?
Sono riflessivo. Pondero abbastanza le mie mosse ma senza sfociare nella paralisi da analisi. In genere, comunque, poiché il mio gruppo di gioco non è fisso ma varia in continuazione mi ritrovo sovente al tavolo ad essere il punto di riferimento al quale gli altri chiedono informazioni durante la partita: questo si riflette sulla mia concentrazione e spesso sulle mie prestazioni ☺.

C’è un gioco o un’ambientazione particolare che ti piacerebbe vedere sugli scaffali?
Mi piacerebbe un gioco di civilizzazione appagante graficamente, coinvolgente nelle meccaniche, di media difficoltà e durata contenuta. Mi rendo però conto che trovare il mix perfetto è difficile. Oppure esiste già ma io non lo conosco ancora…

Cosa ti piace dei giochi da tavolo?
Obbiettivamente la prima cosa che mi colpisce è la componentistica. Col tempo però ho imparato che giochi ben fatti da questo punto di vista, in realtà erano vuoti e, al contrario, giochi non proprio bellissimi esteticamente ti lasciano dentro una voglia di rigiocarli pazzesca. Perciò oggi nella scelta bado a molti più fattori.

Preferisci i giochi alla tedesca o quelli all’americana?
Di gran lunga i german.

Che giochi porti ad una serata con giocatori alla prima esperienza e che consiglio daresti a chi si vuole avvicinare al mondo dei giochi da tavolo e dei giochi di carte?
I miei introduttivi preferiti sono Ticket to Ride, Carcassonne e Jamaica. Ho colto sempre nel segno con questi titoli. Lo step successivo me lo gioco con Stone Age e poi via via aumentando la difficoltà dei titoli da proporre.
A chi si affaccia a questo mondo dico di provare quanto prima qualche titolo che sia diverso dai classici che probabilmente conoscono (Monopoli, Risiko, ecc.) per capire la varietà e il divertimento che i titoli moderni possono offrire.

Nei giochi dove è prevista la scelta di un colore giochi sempre con lo stesso?
Non ho preferenze a questo riguardo.

C’è un gioco nel quale ti senti di poter competere con qualsiasi giocatore?
Non mi reputo un campione ma credo di poter dire la mia a Stone Age ed Agricola, per citare due di quelli leggermente più profondi rispetto agli introduttivi.

Quanti giochi hai nella tua collezione?
Al momento circa 30.

Il prossimo gioco che comprerai?
La lista è lunga ma dalle tante recensioni lette in giro la mia scelta è caduta su Russian Railroads oppure Le Havre se davvero sarà ristampato a breve e il prezzo non sarà fuori portata.

Quale gioco ti ha particolarmente colpito tra quelli presentati ad Essen/Lucca?
Mi baso sulle recensioni, le immagini e qualche spulciata al regolamento. Russian Railroads in primis, poi Concordia e Yunnan. The Sheep Race tra quelli più semplici.

Qual è il gioco che avrà maggior successo nel 2014?
Da quello che leggo sul web direi Zombicide. Non mi attira proprio e non è il mio genere… peccato.

Chi volesse andare a ripescare le interviste precedenti può cominciare da quella di Gigi aka Shaka. Buona Lettura e Buon Gioco

Segui Giochi & Giocatori su Facebook su Twitter e su Instagram

Annunci
  1. 13 novembre 2013 alle 16:31

    L’ha ribloggato su Daken from Vault 101.

  2. titillo80
    13 novembre 2013 alle 19:11

    Grazie Fabio per le belle parole! Solo una piccola nota: il mio nick é “titillo80”.
    È sempre un piacere leggerti ed è stato bello poterti conoscere di persona e scambiare due parole. Buona serata!

    • 14 novembre 2013 alle 00:52

      Mannaggia:-) Ho controllato quattro volte e alla fine ho sbagliato comunque, ho corretto. Il piacere è stato reciproco, speriamo di rivederci prima di Modena

  1. 19 novembre 2013 alle 10:26

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...