Home > Giochi da Tavolo, Giochi di Carte > Ludica Roma 2013, considerazioni finali

Ludica Roma 2013, considerazioni finali

Ludica Roma non è stata solo giochi da tavolo e giochi di carte

Ludica Roma non è stata solo giochi da tavolo e giochi di carte


Mi sono preso un giorno di pausa prima di buttare giù le mie impressioni sull’edizione 2013 di Ludica Roma. Per me è stato il secondo anno alla Nuova Fiera di Roma e devo dire che qualche sensibile miglioramento si è visto. Chiaramente la mia analisi è basata essenzialmente su quello che è accaduto all’interno del padiglione 1, quello dedicato ai giochi da tavolo ed ai giochi di carte. Rispetto all’edizione 2012 ho potuto constatare la presenza di tutte le maggiori case editrici italiane. Andando a memoria mi sento di poter affermare che mancassero, rispetto a Lucca Comics and Games, solo la Raven e Uplay. Giochi Uniti era comunque presente con i propri prodotti anche se non in forma ufficiale. Chi non è andato a Lucca di sicuro a Ludica ha avuto la possibilità di provare tutte le ultime novità prodotte in lingua italiana e anche qualche titolo, come Romolo o Remo? e Race! Formula 90 che in Toscana non era disponibile. Dal punto di vista dei rivenditori, invece, ho notato un calo di presenze. Qualche nome noto in meno rispetto al 2012 e quindi una ridotta possibilità di acquistare giochi che non fossero quelli delle case editrici presenti in fiera.

Per quanto riguarda la prova dei giochi da tavolo e dei giochi di carte la situazione è stata ottima, meglio che nel 2012. Il settore, per il 90%, si è retto sulla Ludoteca della Tana dei Goblin che aveva molte delle novità proposte ad Essen ed un numero enorme di tavoli a disposizione. Ad ogni gioco presente in ludoteca erano associati due o tre goblin spiegatori in modo che non ci fosse mai da aspettare troppo prima di provare il gioco scelto. Tempi di attesa nulli, spiegazioni quasi sempre impeccabili e possibilità di giocare in tutta tranquillità. Da notare che anche se ci si presentava da soli o in coppia era sempre possibile aggregare altri giocatori e fare delle partite in 4-5 persone. Per darvi un’idea, mi sono fatto due giornate intere e non sono riuscito a provare tutte le novità disponibili. Li ringrazio pubblicamente anche in questa sede.

In generale la manifestazione è cresciuta rispetto all’edizione precedente. Purtroppo le presenze, soprattutto al venerdì, sono ancora ridotte. Si può certamente migliorare, ma credo che la strada intrapresa sia quella giusta. Una realtà come Roma è in grado di reggere una manifestazione del genere senza problemi. Una piccola nota di demerito per chi ha sistemato la distribuzione degli stand. Nel padiglione 1 dove, oltre ai giochi da tavolo, di carte ed ai wargames, c’erano anche i giochi di miniature è stato sistemato un rivenditore di trapani, bulloni e utensili di vario genere. Probabilmente lo stand avrebbe avuto un senso nel padiglione dedicato ai modellisti. Il suo sguardo smarrito era tutto un programma. Se volete recuperare i report delle due giornate che ho trascorso a Ludica Roma 2013 li trovate qui sotto.

Ludica Roma 2013, 29 novembre

Ludica Roma 2013, 30 novembre

L’oscar per il momento più divertente e memorabile lo do all’amico Sava che in preda a sconvolgimento da spiegazione ha abbandonato il tavolo di Lewis & Clark per andare a battagliare con Zombicide della Asterion Press. Gli prometto che la prossima volta giochiamo a Pony Express. Buon Gioco a tutti.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook su Twitter e su Instagram

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...