Home > Giochi da Tavolo, Giochi di Carte, Varie > Giochi e Giocatori, le interviste: Marco Grazioli, “Ogni giorno ludicamente speso è un giorno nuovo”

Giochi e Giocatori, le interviste: Marco Grazioli, “Ogni giorno ludicamente speso è un giorno nuovo”

Marco Grazioli ed il suo gruppo di gioco

Marco Grazioli ed il suo gruppo di gioco


Mi fa piacere presentarvi un nuovo giocatore. Le interviste che faccio qui su Giochi e Giocatori hanno principalmente questo intento, raccontare le storie dei giocatori che ci sono in giro per l’Italia. Marco Grazioli l’ho conosciuto grazie ad uno scambio giochi ed ho colto al balzo l’occasione per fargli qualche domanda. Marco fa parte di quella categoria di fortunati che riescono a giocare di ruolo e ad associare a questa esperienza anche quella relativa ai giochi da tavolo ed ai giochi di carte. Lo invidio molto per questo:-) Bando alle ciance vi lascio alle sue risposte che sono sicuramente molto interessanti.

Qual è stato il tuo primo gioco da tavolo?

Ho iniziato a giocare fin da piccolo, ma onestamente non ricordo quale è stato il primissimo gioco. Probabilmente Monopoli, che giocavo soprattutto in estate, a casa di un amico che abitava in campagna.
Ricordo i giochi che giravano in quel periodo, così ingenui rispetto a quelli di oggi: “Oro Nero”, “La conquista dello spazio” della Mattel, “Capitan Harlock”, “Battaglie nella Galassia”, il noiosissimo “Giro d’Italia” sempre della Mattel, ancora non capisco come facesse a divertire tanto i miei amici dell’epoca…
Dopo una pausa di “riflessione” durata qualche anno ho ripreso nel 2001 a giocare ed in questa seconda fase il primo gioco sicuramente è stato “La Guerra dell’ Anello”, fantasticamente ambientato nella Terra di Mezzo del professor Tolkien.
Da sempre appassionato alle sue opere, quel titolo è stato il volano ideale per ricominciare a giocare e trascinare nella mia “ludopatia” altri amici.

Quali sono i tuoi giochi preferiti a perché?

In generale preferisco giochi ambientati, American Style, e tra quesi quelli che non mi stancano mai sono “La Furia di Dracula” e “Lettere da Whitechapel”. Credo che l’ambientazione aiuti a vivere meglio l’esperienza ludica, la rende più “calda” e coinvolgente. Nel mio gruppo però vanno forte anche i gestionali come Terra Mystica e Specie Dominanti: la possibilità di gestire risorse in modo strtategico e poco dipendente dalla fortuna garantisce sempre soddisfazione (soprattutto quando si vince)
In generale comunque i gusti variano a seconda del periodo, in questo momento ci sta prendendo parecchio un gioco come “Le leggende di Andor”.

Qual è l’evento/fiera a cui ti piace di più partecipare?

Sicuramente il Modena Play. C’è di tutto: varie tipologie di giochi, possibilità di provare le novità, possibilità di fare acquisti, spazi dedicati, organizzazione perfetta…cosa volere di più?

C’è una partita che ricordi più delle altre per il divertimento che ti ha dato?

Onestamente dimentico anche quelle che vinco e non sono, ahimè, tantissime. Il fatto è che ogni giorno ludicamente speso è veramente un giorno nuovo!
In gruppo ricordiamo comunque più facilmente le sessioni di gioco di ruolo…ma questo è vitale per proseguire con la storia, no?

Giochi solo ai giochi da tavolo e di carte oppure hai altre passioni ludiche?

A parte i giochi di ruolo, mi diletto con la WII….

C’è un gioco che ti piacerebbe avere e che non sei riuscito a trovare?

Attualmente no. In passato ho dovuto aspettare un po’ per ottenere quanto desideravo ma, alla fine, sono sempre riuscito a recuperare quanto necessario. Ricordo una cerca abbastanza lunga per ottenere “Il nome della rosa” di Feld: i negozi on line l’avevano esaurito, sul mercatino della Tana dei Goblin non lo vendeva nessuno. Alla fine l’ho recuperato da un negozio tedesco di ebay pagandolo pochissimo. Facendo tesoro di questo, posso dire che aspettare conviene!

Che tipo di giocatore sei?

Sottolineo con orgoglio di non essere un giocatore affetto da “paralisi da analisi”…mi dà un po’ fastidio perdere ma non sono un giocatore competitivo. Diciamo che mi piace il gioco in se stesso.

C’è un gioco o un’ambientazione particolare che ti piacerebbe vedere sugli scaffali?

In generale mi sono sempre domandato perchè non ci sia mai stato, almeno non mi risulta, un gioco basato sulle opere di Edgar Allan Poe. Probabilmente la forma breve del racconto non si presta ad estrapolare un titolo con una trama particolarmente approfondita, ma sarebbe bello trovare un’ ambientazione del genere nel panorama ludico.

Cosa ti piace dei giochi da tavolo?

La possibilità di confrontarsi con gli altri, attraverso un modo diverso di socializzazione, e con il gioco stesso. Mi diverte sviluppare mosse e turni nel modo più intelligente possibile, vivere una storia e un’avventura in modo diverso.

Preferisci i giochi alla tedesca o quelli all’americana?

Preferisco i giochi ambientati, ma faccio volentieri partite anche con i gestionali. Personalmente non mi dà fastidio una certa componente, anche importante, di fortuna. Del resto, se volessi eliminare completamente la parte aleatoria giocherei solo a scacchi.

Che giochi porti ad una serata con giocatori alla prima esperienza e che consiglio daresti a chi si vuole avvicinare al mondo dei giochi da tavolo e dei giochi di carte?

Prima di tutto cerco di intuire cosa può piacere a questo tipo di nuovi giocatori e mi oriento su quello che può andare bene a loro. Inoltre utilizzo soprattutto filler: di solito sono semplici da spiegare e durano poco.
In questo modo non condiziono la serata ed ho la possibilità di cambiare facilmente titolo se il primo non dovesse piacere. A questo proposito, tra i giochi che ho testato con successo soprattutto con chi è completamente digiuno di giochi da tavolo, annovero “Kragmortha”, “Mord Im Arosa”, “Bang” “Carcassonne”, “King of Tokyo”. Se poi qualcuno ha avuto una qualche esperienza, anche solo con Risiko, oso un po’ di più: “Thurn Und Taxis”, “Takenoko”, “Pandemic”…
In generale consiglierei, a chiunque volesse avvicinarsi a questa magnifica passione, di frequentare prima di tutto gruppi ludici locali, se ce ne sono, e provare alcuni semplici giochi. Credo che, prima ancora del gioco, si possa essere attirati dalla compagnia e dal clima leggero che si può respirare attorno ad un tavolo.

Nei giochi dove è prevista la scelta di un colore giochi sempre con lo stesso?

Praticamente mai. In genere accetto quello che capita, da questo punto di vista non sono un feticista, come non lo è nessuno all’interno del mio gruppo di gioco

C’è un gioco nel quale ti senti di poter competere con qualsiasi giocatore?

Ma assolutamente no! E’ già difficile competere con me stesso…

Quanti giochi hai nella tua collezione?

Circa una sessantina.

Il prossimo gioco che comprerai?

Stavo facendo un pensiero sulle Case della Follia. Dal regolamento, videotutorial, recensioni, mi sembra essere il gioco definitivo sulle opere di Lovecraft. Mi piace anche l’idea di giocare a scenari e poterne creare

Quale gioco ti ha particolarmente colpito tra quelli presentati ad Essen/Lucca?

Purtroppo tra quelli presentati ho potuto provare solo Tash Kalar di Vlaada Chvatil.
Mi ha colpito molto.
In senso negativo.
Mi avrebbe colpito di più se me l’avessero tirato sul cranio, ma mi avrebbe fatto meno male.

Qual è il gioco che avrà maggior successo nel 2014?

Onestamente non faccio previsioni, in passato non ne ho azzeccata nessuna…Ho però avuto l’impressione, probabilmente sbagliata, che non ci sia un gioco che possa emergere in modo preponderante quest’anno…vedremo!

Se volete recuperare qualche vecchia intervista potete cominciare da quella di Alberto da Padova. Buona Lettura e Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook su Twitter e su Instagram

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...