Home > Giochi da Tavolo, Giochi di Carte, Varie > Giochi e Giocatori, le interviste: Tiziano e Maria una coppia a tutto gioco

Giochi e Giocatori, le interviste: Tiziano e Maria una coppia a tutto gioco

Tiziano e Maria ci mostrano i loro giochi preferiti

Tiziano e Maria ci mostrano i loro giochi preferiti


I giochi da tavolo ed i giochi di carte sono tra le passioni più facilmente condivisibili con il proprio partner. A tutti, uomini e donne, piace giocare. C’è chi gioca di più e chi di meno, ma raramente si rifiuta un invito a passare una serata in allegria. Tiziano e Maria sono sposati ed attendono la nascita di una bambina, eppure riescono sempre a trovare un attimo per sfidarsi o per sfidare i loro amici e parenti. Non è la prima volta che pubblico un’intervista di coppia qui su Giochi e Giocatori. Seguendo le risposte di Tiziano e Maria scopriamo quanto possano essere differenti i gusti delle persone e quanto stare insieme significhi anche condividere in parte le proprie passioni. Tiziano è, tra i due, il collezionista, mentre Maria si limita a giocare ed a stracciarlo di tanto in tanto:-) Basta facezie, vi lascio alle loro risposte. Buona Lettura.

Qual è stato il tuo primo gioco da tavolo?

Tiziano: non so se si possono propriamente definire giochi da tavolo, ma i miei primi ricordi sono legati ad “Indovina chi” e “L’allegro chirurgo”, mentre i miei primi giochi “seri” sono stati “Master quiz” e “Cluedo”; i miei preferiti però erano “L’isola di fuoco” ed “Hero Quest”, ma siccome non li avevo per giocarci dovevo andare a casa di mio cugino.

Maria: il “Monopoli” giocato con le mie due sorelle e con mio padre che disperato ogni volta doveva rispiegarci il regolamento poi “Indovina chi”, “Pictionary” e “Hotel”. Posso nominare anche “Gira la moda”? non so se si può considerare un gioco da tavolo, ma a me piaceva tanto…

Quali sono i tuoi giochi preferiti a perché?

Tiziano: in senso assoluto nella sua semplicità “L’isola di fuoco”, anche da adulto, mi diverte sempre, mentre parlando di giochi “moderni” mi piacciono molto: “Mice & Mystics” (che soddisfazione dipingere le miniature!) per l’ambientazione, la caratterizzazione dei personaggi e le meccaniche di gioco; “The Island” (da bambino avevo “Si salvi chi può”) perché giocato in sei con le espansioni è divertentissimo; sul gradino più basso del podio metto “Love Letter” perché è semplice, immediato, sta comodamente in una tasca ed ogni volta che lo propongo è un successo.

Maria: i miei giochi preferiti sono quelli che possono essere spiegati in pochi minuti perché mi annoiano i regolamenti troppo lunghi; oltre a questo devono essere veloci, fantasiosi, un pizzico strategici, ma non esageratamente complicati! per fare un esempio giochi come “Targi”, “Dixit” e “6 Nimmt” mi piacciono molto.

Qual è l’evento/fiera a cui ti piace di più partecipare?

Tiziano: mi piacerebbe tornare a “Lucca Comics & Games” (non ci vado da quando avevo diciassette anni), ma anche le manifestazioni nella mia città, “Ludica Roma” e “Romics”, non sono male anche se non proprio economiche.

Maria: sinceramente mi piace giocare ai giochi da tavolo e di carte in casa con gli amici o al limite nei pub o nelle ludoteche mentre non amo le Fiere e le Manifestazioni ludiche; però siccome Tiziano ci tiene molto, e se fosse per lui non se ne perderebbe una, spesso mi è capitato di accompagnarlo.

C’è una partita che ricordi più delle altre per il divertimento che ti ha dato?

Tiziano: ne voglio nominare due: un’appassionante sfida risolta all’ultima mossa da mia moglie Maria a “River Dragons” e “L’isola di fuoco Tour”, un evento giocoso a tema e tappe con tanto di Trofeo finale per il vincitore inventato dal sottoscritto che ha coinvolto per circa tre mesi il mio gruppetto di ludico-amici.

Maria: anche io ne voglio nominare due: una sfida a “Targi” durante una vacanza a Fiuggi dove ho stracciato Tiziano con un punteggio incredibile e una recente a “Time’s up” con amici e parenti di tutte le età in cui ho rischiato di soffocare dal ridere!

Giochi solo ai giochi da tavolo e di carte oppure hai altre passioni ludiche?

Tiziano: la mia passione per i giochi da tavolo e di carte è (ri)esplosa dopo anni ed è decollata grazie alla ricchezza di informazioni, iniziative e possibilità che offre il web. In linea di massima però è proprio il concetto di “gioco” che mi entusiasma ed appassiona e non mi ha mai abbandonato in quasi quaranta anni di vita. Tornando alla domanda non posso non nominare i videogiochi (amo la Nintendo) e soprattutto il Subbuteo per il quale ho una cotta da quando avevo sette anni.

Maria: i racchettoni e la corda valgono come passioni ludiche?

C’è un gioco che ti piacerebbe avere e che non sei riuscito a trovare?

Tiziano: si, “Love Letter Kanai Factory Edition”.

Maria: mmmhhh diciamo che degli acquisti se ne occupa Tiziano.

Che tipo di giocatore sei?

Tiziano: io mi definisco giocatore “casual” perché non sono competitivo e perché la componente che mi piace di più dei giochi da tavolo non è quella della sfida, ma la possibilità che offrono di far stare insieme le persone; per questo motivo, unito al fatto che sono piuttosto bravo a coinvolgere le persone, organizzare e presentare serate ludiche, ho un debole per i “Party-Game”. A novembre scorso in occasione del compleanno di mia cugina trentenne ho inventato un gioco a squadre che ha appassionato e divertito tutti, dai bambini ai nonni.

Maria: sono un giocatore un po’ difficile da coinvolgere, ma che una volta messo in gioco si appassiona e si diverte più degli altri. Come già detto mi annoiano i regolamenti e le pause e sono molto selettiva sia sui titoli che sui compagni di gioco. Purtroppo devo dare ragione a mio marito quando dice che sono un po’ “pesante”.

C’è un gioco o un’ambientazione particolare che ti piacerebbe vedere sugli scaffali?

Tiziano: parlando di ambientazione mi ha sempre affascinato quella intorno ai Cavalieri della tavola rotonda, ma il top per me sarebbe un gioco sui “Ghostbuster” e visto che il prossimo 8 giugno il film di Ivan Reitman festeggerà il suo trentesimo anniversario non sarebbe una cattiva idea farci un gioco da tavolo. Parlando invece di un gioco che mi piacerebbe vedere sugli scaffali, nomino un vecchio titolo MB mai distribuito in Italia, “Don’t wake up daddy”, perché aspettiamo una bimba e tra qualche anno mi piacerebbe giocarci con lei e Maria.

Maria: da disegnatrice dico un gioco in cui le illustrazioni abbiano un ruolo fondamentale, per intenderci un “Dixit” con ambientazione però legata all’oriente ed alla sua inconfondibile iconografia.

Cosa ti piace dei giochi da tavolo?

Tiziano: da ex-disegnatore mi piacciono molto le illustrazioni, la grafica e soprattutto la componentistica (se da dipingere ancora meglio!) anche se ovviamente l’aspetto che prediligo è quello dello stare in compagnia giocando.

Maria: mi piace soprattutto il confronto ed il mettere a nudo le proprie capacità ed i propri limiti. Giocare ai giochi, io li chiamo di “società”, è secondo me uno dei modi più interessanti per stare insieme agli altri “attivamente”.

Preferisci i giochi alla tedesca o quelli all’americana?

Tiziano: all’americana.

Maria: quelli alla tedesca non mi dispiacciono, ma preferisco quelli all’americana.

Che giochi porti ad una serata con giocatori alla prima esperienza e che consiglio daresti a chi si vuole avvicinare al mondo dei giochi da tavolo e dei giochi di carte?

Tiziano: porterei sicuramente dei titoli che si possono spiegare in pochi minuti, ma allo stesso tempo in grado di coinvolgere e divertire quindi dico: “Targi” e “Balloon Cup” se siamo in due, “River Dragons” e “The Island” se siamo un gruppetto di quattro-sei giocatori e “Time’s up” e “Dixit” se siamo molto numerosi. Comunque sia se capita di stare in compagnia e non avere nessun gioco basta darmi carta, pennarelli e scotch e sicuramente qualcosa mi invento. A chi si vuole avvicinare ai giochi da tavolo consiglio solo una cosa: siate curiosi!

Maria: come primo approccio opterei per giochi semplici, immediati e divertenti senza una grande componentistica, in tre parole: giochi di carte! Ce ne sono per tutti i gusti e per un numero svariato di giocatori, per fare qualche esempio a me piacciono molto: “6 Nimmt”, “Dixit”, “Hanabi”, “Super 5” e “Time’s up”, anche se il top è “Il Mercante in Fiera” presentato da Tiziano. Concludo dicendo che io i classici “Paroliere” e “Scarabeo” comunque li metterei sempre sul tavolo.

Nei giochi dove è prevista la scelta di un colore giochi sempre con lo stesso?

Tiziano: no.

Maria: non sono scaramantica o altro, ma se posso scegliere prendo sempre il pedone o il segnalino rosso o nero perché mi danno la sensazione di forza..

C’è un gioco nel quale ti senti di poter competere con qualsiasi giocatore?

Tiziano: sinceramente no, ma fino qualche anno fa a “Il labirinto magico” e soprattutto a “Scarabeo” ero un osso duro da battere.

Maria: sono molto brava al “Paroliere”, ma probabilmente non abbastanza da poter competere con chiunque.

Quanti giochi hai nella tua collezione?

Tiziano: tra “vintage” e “moderni” poco meno di cinquanta, tutti tenuti in maniera quasi maniacale. Maria, ma ad essere sincero un po’ tutti, mi prende in giro per l’ordine e la cura che ho nel conservare le mie “collezioni”.

Maria: proprio miei ho solo il “Paroliere” e “Scrabble” il resto è in condivisione con Tiziano.

Il prossimo gioco che comprerai?

Tiziano: “Forbidden Desert” appena Uplay lo lancerà in italiano, “Tower” e “Heart of Glom” la prima espansione di “Mice & Mystics”.

Maria: chiedilo a Tiziano (sorride), mi promette ogni volta che quello appena comprato sarà l’ultimo gioco, poi ogni settimana la nostra ludoteca si arricchisce di almeno un titolo. Comunque a parte gli scherzi mi piacerebbe provare “11 nimmt”.

Quale gioco ti ha particolarmente colpito tra quelli presentati ad Essen/Lucca?

Tiziano: sono sincero ho difficoltà ad associare i giochi alle Fiere per questo nomino un gioco di prossima uscita, “Camel up” ed uno uscito già da un po’, “La Boca”. Entrambi mi incuriosiscono molto.

Maria: come già detto di Fiere e Manifestazioni ludiche non mi interesso, quello informato ed attento in casa è Tiziano. Detto questo non so se sia stato presentato ad Essen o Lucca o non sia stato presentato affatto, ma alle pecorelle di “Sheep Race” è impossibile resistere…

Qual è il gioco che avrà maggior successo nel 2014?

Tiziano: se riuscirà finalmente a vedere la luce credo “Hero Quest edizione 25 anniversario”. Questo attesissimo gioco ha tutte le carte in regola per diventare il caso editoriale dell’anno.

Maria: Tiziano dice “Hero Quest” perché ancora non ha visto finite le illustrazioni che sto preparando per “Love Letter Circus edition”! sarà questa la vera sorpresa di quest’anno (ride di gusto)…

Vi segnalo anche il blog di Tiziano dove potete trovare giochi da tavolo, videogame, fumetti e varie ed eventuali. Se volete ripescare le interviste precedenti potete iniziare da quella di Daniele aka Kraken. Buona Lettura e Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook su Twitter e su Instagram

Annunci
  1. 29 aprile 2014 alle 19:18

    E’ stato davvero divertente e stimolante prendere parte a questa intervista! grazie mille Fabio per questa opportunità, per la disponibilità, le gentilezza e la simpatia 😉

  2. 30 aprile 2014 alle 12:41

    Fantastica l’isola di fuoco…:)

  3. 2 maggio 2014 alle 13:51

    A Fa’, ma quanto gli hai dato a Tiziano per ‘sto florilegio di complimenti?

    • 3 maggio 2014 alle 00:54

      Io pagare qualcuno? Ma quando maiiiii *cough* *cough*

  4. 6 maggio 2014 alle 06:07

    Il rringraziamento a Fabio oltre che per la divertente intervista (e per il conseguente pizzico di pubblicità) è per la disponibilità che mostra e ha mostrato nei miei confronti ogni volta che gli ho chiesto informazioni o consigli su giochi da tavolo, di carte e rassegne. Fabio è stato un punto di riferimentio costante durante questo mio riavvicinamento ludico ed è grazie a lui che ho giocato a titoli divertentissimi come Love Letter, Targi, Dixit, River Dragons etc. per questo mi ha fatto piacere ringraziarlo “pubblicamente”. Detto questo sono contento di essere riuscito finalmente a consigliare io un titolo a lui 😉

  1. 1 maggio 2014 alle 06:21
  2. 14 maggio 2014 alle 23:44
  3. 4 luglio 2014 alle 13:37

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...