Home > Giochi da Tavolo, Varie > King of New York, mostri e grattacieli sul tavolo di Game Night

King of New York, mostri e grattacieli sul tavolo di Game Night

Una fase di gioco a King of New York

Una fase di gioco a King of New York


King of New York è il seguito di uno dei giochi da tavolo di maggior successo degli ultimi anni. Mi riferisco, ovviamente, a King of Tokyo. L’autore è sempre Richard Garfield ed il gioco in questa sua nuova versione è stato presentato alla recente Gen Con di Indianapolis. E’ un gioco per 2-6 persone della durata di una quarantina di minuti. King of New York è costruito sulla base del suo predecessore. Su un telaio già ampiamente testato sono state inserite alcune varianti che rendono, nell’intenzione dell’autore, il gioco più vario e più affascinante anche per i gamers senza perdere appeal nei confronti del vasto pubblico che ha decretato il successo di King of Tokyo.

Questa volta l’azione si svolge nei cinque quartieri che compongono la città di New York. Rispetto alla capitale giapponese questa volta bisognerà fare i conti anche con le forze armate a difesa della città e con la possibilità di abbattere palazzi e grattacieli in giro per New York. Il tutto si svolge con lo stesso meccanismo di King of Tokyo a cui si sono aggiunti tre nuovi tipi di risultati del dado che permettono di abbattere i palazzi, di conquistare popolarità da trasformare in punti vittoria e di attivare le forze armate per farle attaccare un determinato quartiere della città. Abbattere i palazzi non è soltanto un modo per sfogare i propri istinti da mostrone, ma serve anche a guadagnare punti vittoria, punti cura e monete per acquistare le carte potenziamento. Ogni palazzo abbattuto, però, si trasforma in un nemico da combattere nei turni successivi.

Un’altra differenza rispetto a King of Tokyo è la possibilità di muoversi tra i quartieri. Il quartiere principale resta quello di Manhattan dal quale si possono attaccare tutti gli altri mostri contemporaneamente e si viene attaccati da ogni altro mostro. Due finezze sono la possibilità di diventare un fenomeno mediatico, usando il risultato stella dei dadi, oppure di chiamare in gioco la statua della libertà come mostro aggiuntivo. Insomma c’è un bel po’ di carne al fuoco. Il gioco potrà contare anche su un’edizione italiana a cura di Uplay. Se volete ripescare le puntate precedenti di Game Night potete cominciare da quella dedicata a Machi Koro, se volete un gioco per tutti come King of Tokyo potete fare un pensiero su Splendor. Vi lascio con il video della puntata di Game Night dedicata a King of New York. Buona Visione e Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook su Twitter e su Instagram


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...