Home > Varie > Wargame tridimensionali: cosa serve per cominciare a giocare, prima parte

Wargame tridimensionali: cosa serve per cominciare a giocare, prima parte

Il Wargame richiede passione ed impegno

Il Wargame richiede passione ed impegno


Su Giochi e Giocatori non mi sono mai occupato di Wargame tridimensionali ed in generale ho trattato poco anche i wargame da tavolo. Il motivo? Semplice ne so veramente poco, per non dire nulla. Per fortuna mia e vostra, che magari siete interessati all’argomento, c’è Luca Pagnotta che supplisce a tutte le mie carenze. Un mese fa ho festeggiato i due anni di Giochi e Giocatori. Nell’occasione lanciai un appello per avere maggiore collaborazione con gli altri operatori del settore e annunciai che Giochi e Giocatori sarebbe, presto, entrato nella sua seconda fase. Per questo mi sono guardato intorno e tra le altre cose ho conosciuto Luca che ha deciso di darmi una mano. Sono molto curioso io stesso di leggere cosa ha scritto perchè i wargame tridimensionali sono l’unico morbo ludico che non ho mai contratto:-) Ringrazio Luca e vi lascio alla prima parte del suo post.

Ciao a tutti e benvenuti a questa serie di articoli con cui vi narrerò la mia passione per il wargaming tridimensionale e, più in generale, per la pittura e la collezione di miniature. Comincerò con una serie di articoli introduttivi. Spiegherò a grandi linee che cosa è un wargame, che cosa serve per iniziare, cosa serve per giocare e che cosa offre il panorama ludico in questo momento.

1 – Cosa è un wargame?

Un wargame (lascio la nomenclatura inglese, ahimé più pratica de “un gioco di guerra”) è un qualsiasi gioco in cui due o più giocatori riproducono una battaglia tra eserciti o schieramenti avversi su un plastico in scala per rappresentare un qualche scenario o ambientazione. Una partita quindi è una battaglia che ha una storia, un “perché” e un obiettivo ben preciso. E’ raro, come nella realtà, che eserciti si ammassino e si diano battaglia solo per il gusto del massacro o che una fazione, subite molte perdite, rimanga salda sul campo di battaglia senza scappare!

Come si sarà intuito, quindi, ogni wargame ha un proprio “background” ossia una ambientazione che spiega il mondo di cui fanno parte queste fazioni in lotta e per quali ragioni sono in lotta.

Le ambientazioni sono le più variegate e, credetemi, ce ne sono per tutti i gusti: dall’ambientazione storica, che riproduce battaglie realmente accadute, alla fantascientifica, dalla contemporanea alla gotica, in cui ci si muove tra rovine di cattedrali e cimiteri in una atmosfera cupa e dai colori freddi, fino all’ambientazione fantasy, forse la più conosciuta grazie ad alcune produzioni cinematografiche che hanno riscontrato un notevole successo.

Tutte le epoche storiche e non solo si trovano nel mondo dei wargame

Tutte le epoche storiche e non solo si trovano nel mondo dei wargame

2 – Che cosa sono le miniature?

Le miniature sono rappresentazioni in scala, di guerrieri, veicoli, mostri o mezzi e risorse di un determinato esercito. Esistono in vari materiali, tra cui peltro, plastica, resine o leghe metalliche.

Una miniatura avrà sempre una basetta che serve a tenerla in piedi e farà parte integrante di essa ed è soggetta alle regole del gioco così come la miniatura stessa. Le miniature vanno assemblate e dipinte e richiedono una discreta capacità modellistica di base. Per dipingerle non occorre essere dei pittori ma solo avere un’attrezzatura adeguata e buona volontà. Nel wargame l’impatto visivo è importante e giocare con un esercito dipinto è una gioia per gli occhi e aiuta molto di più ad immergersi nell’atmosfera del gioco.

Una miniatura può essere dipinta a diversi livelli a seconda del nostro scopo: se non sappiamo dipingere e vogliamo giocare un esercito di orchi, allora basterà buttare un po’di verde sulla pelle, un po’ di marrone sui vestiti e colori metallici sulle armi e abbiamo fatto! Ma se vogliamo vincere un ambito premio di pittura, allora dovremo assemblare uno scenografico eroe e immergerci in sessioni di pittura che potrebbero durare mesi.

Domani pubblicherò la seconda parte, le foto che vedete sono di Bama Ludica e Stwiddy. Per qualunque curiosità, domanda o richiesta potete scrivere al solito indirizzo email oppure contattarmi sui vari canali social. Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook su Twitter e su Instagram

Annunci
  1. MarcoB
    6 novembre 2014 alle 20:20

    Gran bella intro 😉
    Sono curioso di leggere la seconda !!parte!

  1. 7 novembre 2014 alle 17:04

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...