Home > Varie > Wargame tridimensionali: cosa serve per cominciare a giocare, parte seconda

Wargame tridimensionali: cosa serve per cominciare a giocare, parte seconda

Warhammer Fantasy Battle è uno dei wargame tridimensionali più famosi

Warhammer Fantasy Battle è uno dei wargame tridimensionali più famosi


Seconda parte della guida introduttiva per tutti quelli che sono interessati ad entrare nel mondo dei wargame tridimensionali. Luca Pagnotta ci sta accompagnando in questo viaggio che è nuovo anche per me. Sono completamente impedito con qualunque tipo di pennello che non sia quello da barba e vedere queste miniature splendidamente dipinte mi affascina. In questa seconda parte approcceremo i costi che bisogna sostenere per enrare nel mondo dei wargame tridimensionali e le regole da imparare per quelli che vogliono divertirsi con gli amici e per quelli che, invece, vogliono puntare a qualcosa di più complesso. Lascio la parola a Luca, Buona Lettura.

1 – E’ costoso giocare con un wargame?

Sì e no. Parliamo del costo monetario, più facilmente quantizzabile. Ci sono in commercio wargame appartenenti alle fasce di prezzo più disparate. C’è quello iper economico con miniature fatte in casa, e quello della multinazionale con regolamenti pieni di immagini stupende e miniature a cui manca solo la parola.

Quindi scegliamo quello che più ci aggrada, ricordandoci che è l’aspetto visivo in questo gioco è importante: per tagliare i costi potete anche usare tappi di bottiglia per rappresentare le vostre unità sul tavolo ma non credo che vi possiate immergere molto nella partita rispetto a condurre la stessa con miniature finemente scolpite e un buon regolamento.

Ci sono giochi che richiedono molti pezzi da schierare per essere apprezzati, altri che riescono a regalare ore di divertimento con pochi pezzi: il classico confronto è tra il gioco fantasy, dove occorre schierare interi eserciti al nostro comando, e il gioco fantascientifico, dove si è il caposquadra di una élite di pochi soldati scelti per missioni di grandissima segretezza. Esiste però una regola base universalmente valida: iniziare SEMPRE con pochi pezzi e poi espandersi. Se ad esempio ho deciso di comprare e di giocare un wargame che coinvolge eserciti della Seconda Guerra Mondiale, è bene partire con l’acquisto di poche truppe in modo da iniziare subito a giocare, dipingere ed imparare bene le regole: successivamente sarà possibile espandersi acquistando dell’artiglieria o una particolare unità che ben si sposa con lo stile di gioco che abbiamo nel frattempo sviluppato.

Il costo in termini di tempo da dedicare all’assemblaggio e alla pittura delle miniature va invece computato in maniera più soggettiva. Prima di tutto devo necessariamente spendere del tempo per assemblare le miniature e poi del tempo non trascurabile per dipingerle. Ora, dobbiamo avere ben chiaro cosa vogliamo ottenere e porci un obiettivo: se vogliamo imparare a dipingere perfettamente e creare un’opera d’arte con cui giocare, allora potrebbero volerci mesi per finire i pezzi, se d’altro canto vogliamo solo dare un aspetto decente ai nostri pezzi, allora una truppa di soldati potrebbe essere completata anche in alcune ore. In commercio ci sono anche validi sistemi di gioco con miniature già assemblate e dipinte, per chi volesse saltare la componente modellistica del gioco.

Infinity è il classico skirmish fantascientifico

Infinity è il classico skirmish fantascientifico

2 – E’ difficile giocare?

Pensiamo al più antico wargame esistente: gli scacchi! E’ difficile imparare il regolamento? No, assolutamente. Cosa rende una partita a scacchi difficile ed impegnativa da giocare? Semplice: la bravura dei giocatori!

Così, seguendo questo paradigma, esistono giochi il cui regolamento è semplice e dipende tutto dalle scelte strategiche e tattiche dei giocatori, e giochi dove le regole sono numerose e difficili da memorizzare. Il tutto dipende dalla passione e dalla voglia di imparare che abbiamo.

3 – Voglio provare! Che giochi ci sono in commercio?

Continua a seguirmi e ti farò immergere sempre di più in questo mondo, facendoti scoprire i giochi che mi hanno colpito di più e quelli che mi hanno regalato serate indimenticabili di gioco col mio gruppo!

Chi volesse leggere la prima parte della guida di Luca Pagnotta la può trovare sul blog. Buona Lettura e Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook su Twitter e su Instagram

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. 25 dicembre 2014 alle 13:10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...