Home > Recensioni, Varie > Malifaux: un wargame tutto da scoprire

Malifaux: un wargame tutto da scoprire

La mappa della città di Malifaux dalla quale il gioco prende il nome

La mappa della città di Malifaux dalla quale il gioco prende il nome


Innanzitutto Buon Natale a voi che leggete ed alle vostre famiglie. Come post natalizio avevo pensato ad un’altro argomento, ma questa mattina mi è arrivata la nuova recensione di Luca Pagnotta sul mondo dei wargame ed ho deciso di darle la doverosa precedenza. Il gioco che ci presenterà è Malifaux che ha non pochi spunti d’interesse. Lascio la parola a Luca. Ciao a tutti! Oggi vi presento Malifaux, un wargame molto particolare che mi ha colpito per il sistema di gioco che non utilizza nessun tipo di dado per determinare l’esito delle azioni.Ma procediamo con ordine e parliamo del background del gioco.

Una cosa è certa: la magia nel nostro mondo è morta! Ci siamo basati su di essa, l’abbiamo sfruttata e l’abbiamo esaurita. In un disperato tentativo di riportare in auge questa antica forza, i migliori maghi e studiosi del mondo hanno dato inizio ad un complicato rituale ma, come sempre quando si cerca di violare l’ordine naturale delle cose, qualcosa è andato storto.

La Breccia, uno squarcio nella realtà così conosciuta, si è aperta, portando alla luce nel nostro mondo la città di Malifaux, una città fantasma, apparentemente abbandonata, ma con una caratteristica unica: la presenza delle Soulstone, pietre mistiche in grado di concedere l’uso della magia a chi le possiede.
Ben presto ci trovammo in una lotta per la conquista della città, una lotta combattuta sul fronte militare, politico e spirituale per il controllo delle Soulstone e quindi della città. Per quanto ne sappia si sono formate le seguenti fazioni:

* La Gilda: organizzazione paramilitare il cui scopo è regolamentare il traffico e l’estrazione delle Soulstone e rendere sicure le strade di Malifaux dai non-morti (ci sono stati vari inaspettati avvistamenti ultimamente) e dagli utilizzatori di magia non autorizzati;

* Gli Arcanisti: stregoni avversari giurati della Gilda, il cui scopo è liberalizzare la magia sulla terra, esulando completamente il controllo della Gilda per poi annientarla completamente;

* I Neverborn: sono gli antichi abitanti di Malifaux il cui scopo è uno solo: ricordare agli uomini perchè hanno paura del buio;

* I Resurrezionisti: Malifaux ha dato loro una possibilità unica, la possibilità di eseguire esperimenti di magia negromantica e soddisfare così la loro sete di sapere sulla vita oltre la morte;

* Gli Outcast: prezzolati mercenari, che antepongono le Soulstone e i soldi ai loro scopi personali;

* I Ten Thunders: cartello criminale formato da famiglie mafiose infiltrate in ogni livello della società nascente in Malifaux che perseguono scopi sconosciuti se non ai più importanti capi clan;

* I Gremlin: poco si sa di questi esseri, se non che traggono piacere da continue incursioni per le strade buie della città ai danni dei numerosi viaggiatori che le attraversano in cerca di fortuna.

Arcanisti brava gente

Arcanisti brava gente

Questo ricordo della mia vita passata, non molto ma abbastanza, considerato che molti anni sono passati da quando sono morto in queste strade e il mio spirito, confinato in questa città maledetta, si chiede ancora che fortuna o tesoro stessi cercando quando decisi di abbandonare la mia famiglia per recarmi qui.

In Malifaux ogni giocatore farà parte di una fazione e dovrà comporre una banda guidata da un leader scegliendone i membri fra tutti quelli disponibili nella sua fazione e in una alleata, questi ultimi però con determinate limitazioni. Rispetto però alla gran parte dei giochi, la costruzione della banda non è la priorità ma fa parte del flusso di gioco: infatti i giocatori non sanno contro che banda giocheranno poiché essa verrà dichiarata e composta al momento della partita stessa! In dettaglio, i giocatori decidono che scenario giocare e poi dichiarano con che fazione si schierano e, successivamente, in segreto costruiscono la banda. Questo permette di progettare le contromisure, visto che ogni fazione ha delle bande che lavorano molto bene contro determinate fazioni ma soffrono contro altre.

La banda è composta spendendo Soulstone da un ammontare che i giocatori decidono prima della partita per stabilire la grandezza dell’incontro, ovvero se l’incontro è solo una scaramuccia tra bande in pattuglia per le strade di Malifaux oppure una e vera e propria guerra dichiarata tra fazioni. Le Soulstone possono essere spese per acquistare differenti membri della banda o particolari equipaggiamenti ed abilità, tenendo conto che il leader della banda non costa Soulstone ma fornisce Soulstone da spendere. Le Soulstone rimanenti vengono tenute nella riserva della partita e possono essere utilizzate in momenti critici per tirarsi fuori dai guai o provare a mitigare la sorte stabilita dal mazzo del Fato se essa ci è avversa.

Il mazzo del Fato. Forse è il momento di parlare di ciò che mi ha fatto impazzire per questo gioco. Il risultato delle nostre azioni in Malifaux è determinato da una soglia di difficoltà (indicata nell’azione stessa) che dobbiamo raggiungere o superare aggiungendo ad un punteggio di partenza (ossia l’abilità di partenza della miniatura) una carta pescata da un mazzo di carte da Poker che ogni giocatore possiede. Se il risultato che il Fato ha stabilito per noi non ci piace, possiamo provare ad ingannarlo giocando una carta dalla nostra mano di 6 carte che si ripristina ad ogni turno di gioco. Ma attenzione: in Malifaux le cose brutte accadono e se pescate dal mazzo un Joker rosso, avete risolto l’azione nel migliore dei modi possibili, ma se pescate un Joker nero sventura e disastro su di voi, senza possibilità di ingannare il Fato! I semi delle carte inoltre attivano effetti particolari aggiuntivi descritti nelle abilità, quindi anche se una azione fallisce non è detto che magari l’effetto scatenato da un seme non vi favorisca comunque.

Io questi li prenderei nella mia banda

Io questi li prenderei nella mia banda

Non sono sceso molto nel dettaglio, visto anche che lo scopo di questo articolo è incuriosirvi e spingervi a provare il gioco, e chiudo dicendovi che si vince realizzando dei punti vittoria che si possono ottenere soddisfacendo i requisiti della Strategia della partita (la Strategia è un obiettivo comune ai giocatori scelto casualmente prima della partita) o realizzando gli scopi personali dei leader delle bande (ebbene sì, ogni leader ha i propri scopi personali, che potrebbero anche differire di molto dalla Strategia) che ogni giocatore ha scelto tra un insieme di agende determinato casualmente. Mentre la Strategia è pubblica, le agende sono nascoste e conosciute solo ai leader, ma ogni leader può comunque decidere di dichiararla al suo avversario rendendola così più difficile da soddisfare ma più ricca di punti vittoria. Ora sapete abbastanza per scendere tra le strade di Malifaux oltre la Breccia e decidere il proprio Fato.

Riprendo la parola per dirvi che se volete ripescare gli altri articoli di Luca potete cominciare da quello introduttivo sul mondo dei wargame. Se siete in ritardo con i regali di Natale buttate uno sguardo alla guida di Giochie e Giocatori. Buon Natale e Buon Gioco.

Segui Giochi & Giocatori su Facebook su Twitter e su Instagram

Annunci
  1. 3 febbraio 2015 alle 13:57

    Recensione a dir poco ottima, molto affiatata e coinvolgente! 🙂 Se volete entrare in contatto con il panorama italiano per questo gioco, posso consigliarvi il sito Malifaux-Itae – Italia, dove trovare info e raggiungere la comunità in espansione.
    Ci auguriamo che legga anche Luca Pagnotta e che ci raggiunga presto, e ancora complimenti 🙂

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...